Qual è lo scopo del sodio laureth solfato?

Il laureth sulfato di sodio, o SLS, è il minimo irritante dei detersivi tensioattivi, i prodotti chimici usati per alterare la tensione superficiale dell’acqua e facilitare la pulizia efficiente. Gli acidi grassi laurili in sodio di laureth sulfato sono originari di oli naturali, come l’olio di cocco, ma vengono trattati industrialmente con ossetilene solfato a base di petrolio per creare detergenti e cosmetici che si dissolvono e schiumano in acqua dura. Oltre la pulizia, SLS crea proprietà di flusso che danno texture ai prodotti commerciali.

Come detersivi puliscono

Tutti i detergenti sono tensioattivi chimici. La tensione di superficie naturale forma acqua in goccioline o corpi più grandi che non scioglie facilmente le sostanze in soluzione. Poiché i tensioattivi si dissolvono legando all’acqua ad una estremità della loro molecola, sono chiamati idrofili, il che significa “amare l’acqua”. L’altra estremità della molecola tensioattiva è un grasso che forma un rivestimento sulle sostanze, li sospende in soluzione e li impedisce Dal ritorno all’elemento da pulire.

Flusso Proprietà

I surfattanti si assemblano in soluzione come micelle di forme diverse determinate dalla concentrazione del tensioattivo nella soluzione. Ognuna di queste forme crea prodotti con spessore o viscosità univoche, che conferiscono saponi commerciali, dentifrici e cosmetici le proprietà di flusso familiari che i consumatori si aspettano e valorizzano. Basandosi sulla percentuale di soluzione in peso, i micelle possono formarsi come globi, aste, fasci e fogli lamellari. Il laureth sulfato di sodio mostra tutte e quattro le fasi della forma e del comportamento del micello.

Concentrazioni basse in peso

A concentrazioni molto basse, come quelle utilizzate per la funzione antimuffa in dosi vaginali, il sodio laureth sulfato non forma micelle in soluzione. Mentre le formule aumentano – fino al 20% di tensioattivo complessivo in peso – lauretico solfato di sodio e altri tensioattivi formano globuli globuli rotondi. Questo tensioattivo per cento viene utilizzato per saponi rapidi-secco e detergenti spray che non sono più spesse di acqua. Tra circa il 20 e il 32 per cento, i tensioattivi formano micelle a forma di bastoncino che addensano il prodotto e ne semplificano la manipolazione, come nel condizionamento di shampoo o gel doccia.

Gel rigidi

A concentrazioni di circa 33-55% in peso di solfato di sodio di sodio, i micelles a forma di bastoncino in soluzione formano fasci esagonali che riducono notevolmente la proprietà di flusso del prodotto e creano un gel rigido. A questa concentrazione nessuna sostanza aggiuntiva può essere sciolta nella soluzione.

creme

Al di là della concentrazione di 55 percento, il sodio laureth solfato forma fogli lamellari di molecole. I prodotti di questa concentrazione hanno una struttura fluida e cremosa perché i fogli del tensioattivo scivolano senza intoppi. Le creme cosmetiche addensate con sodio laureth sulfato sciolgono sostanze addizionali all’interno della crema e possono essere utilizzate per la pulizia e come supporti per altri ingredienti.