Perché le tegole sono così dolorose di notte?

Le zucche colpiscono ogni milione di americani ogni anno, causando dolore lieve a grave e anche debilitante, secondo l’Istituto Nazionale di Disturbi Neurologici e Stroke. Il sei per cento al 70 per cento dei pazienti affetti, osserva NINDS, sviluppa una sindrome da dolore cronico noto come neuralgia post-herpetica in cui persistono dolori alle piante per mesi o anni dopo che altri sintomi scendono. In uno studio del gennaio 2006 nel giornale medico “Dolore”, l’anestesista Mark Odrcich, MD, spiega che sono state spiegate alcune spiegazioni perchè le tegole diventano così dolorose durante la notte.

Lasso di tempo

I pazienti con tegole hanno un dolore che peggiora per tutto il giorno, salendo attorno alle 20, quando la maggior parte dei pazienti si prepara a letto, secondo Odrcich. Gli aumenti sono modesti, ma sono coerenti, dice Odrcich. I farmaci del dolore e gli antidepressivi sembrano diminuire il dolore complessivo, ma non influenzano il pattern dell’esacerbazione notturna.

I sintomi associati

La dolori alle zanne produce sintomi associati, come perdita di peso involontaria, insonnia, depressione e disabilità, osserva NINDS. In un rapporto del dicembre 2008 nel “Journal of Pain and Symptom Management”, lo psichiatra David A. Fishbain riferisce che i sintomi associati correlano con il controllo del dolore inadeguato di notte e l’interferenza del dolore con il sonno.

Meccanismo di azione

Odrcich dice che gli scienziati non sono esattamente certi del perché il dolore dovuto alle tegole e alle condizioni simili sembra peggiorare di notte. Molti neurotrasmettitori e ormoni endocrini coinvolti nella percezione del dolore presentano variazioni diurne, dove le concentrazioni di mattina variano inversamente con le concentrazioni notturne. Il più importante, dice Odrcich, l’associazione tra il tempo e l’esacerbazione del dolore non può essere attribuita allo stress o alla depressione perché si verifica in tutti i giorni della settimana, inclusi i fine settimana, quando si prevede che il dolore dovuto allo stress venga migliorato. È anche osservato nei pazienti depressi e non depressi.

Trattamento

Nella edizione di gennaio-febbraio 2008 di “Gestione del dolore”, l’esperto di dolore della Pennsylvania State, Bruce Nicholson, MD, spiega che i farmaci per il dolore a rilascio prolungato possono diminuire la percezione del dolore notturno a causa delle zanne. Per i pazienti che ritengono che si svegliano nel bel mezzo della notte perché necessitano di farmaci aggiuntivi per il dolore, le formule a rilascio esteso possono anche migliorare il sonno impedendo queste interruzioni del sonno. Nicholson raccomanda in particolare il tramadolo, un farmaco generico di prescrizione di oppiaceo.

Prevenzione

Nel maggio 2006, la Food and Drug Administration ha approvato un vaccino contro il virus vivo, Zostavax, che impedisce l’erboristeria fino a metà dei pazienti trattati e riduce significativamente la dolore e la neuralgia postherpetica tra coloro che ancora sviluppano la malattia. L’effetto collaterale principale del vaccino è il gonfiore e la tenerezza del sito di iniezione lieve, che si verifica fino al 48% dei pazienti, secondo la FDA. Tuttavia, osserva NINDS, il vaccino è stato approvato solo per persone di età superiore ai 60 anni che non hanno già avuto tegole.