Vitamina B12 e salmone

L’American Heart Association consiglia di mangiare due 3,5 once. Porzioni di pesci grassi, come il salmone, a settimana per garantire un’adeguata assunzione di acidi grassi omega-3. Gli acidi grassi Omega-3 svolgono un ruolo fondamentale nelle funzioni del cervello e possono contribuire a ridurre il rischio di malattie croniche, come le malattie cardiache. Il salmone, suddiviso in due classificazioni principali dell’Atlantico o del Pacifico, è uno dei pesci più sani da mangiare. Serve come una buona fonte di proteine ​​senza un elevato contenuto di grassi saturi. Il salmone fornisce anche minerali e vitamine essenziali, compresa la vitamina B-12.

La vitamina B-12, che si trova solamente nei prodotti alimentari di origine animale, compresi i pesci come il salmone, è essenziale per la formazione di globuli rossi. Inoltre svolge un ruolo nella funzione nervosa appropriata e nella produzione del DNA – il materiale genetico nelle cellule. La vitamina B-12 attiva l’enzima metionina sintasi, che stimola la conversione di omocisteina, un aminoacido, in metionina, un altro aminoacido. Alti livelli di omocisteina nel sangue sono associati ad un aumento del rischio di malattie cardiache, quindi la vitamina B-12 può contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiache.

Una carenza di vitamina B-12 colpisce 10-15 per cento degli adulti più di 60 anni negli Stati Uniti e di solito si verifica a causa di un ridotto assorbimento, secondo il Linus Pauling Institute. Una carenza di vitamina B-12 provoca anemia megablastica, caratterizzata da stanchezza, costipazione, debolezza, perdita di appetito e perdita di peso. Per sostenere queste importanti funzioni corporee, l’Istituto Nazionale di Medicina raccomanda che gli adulti consumano 2,4 mcg al giorno.

Per soddisfare l’assunzione giornaliera raccomandata e per evitare una carenza, i medici incoraggiano l’alimentazione di fonti naturali della vitamina B-12. Il salmone contiene più vitamina B-12 per servazione di carne bovina, che molte persone considerano una buona fonte di vitamina B-12. A 3 once. La somministrazione di salmone cotto contiene 4.9 mcg, più della somma giornaliera raccomandata.

Se cercate di consumare una dieta a basso contenuto di grassi a base di cuore, consideri di fare il salmone una parte del tuo programma settimanale di pasto. Oltre ad essere un’ottima fonte di vitamina B-12, un 3 oz. Il servizio di salmone fornisce 17 g di proteine, più di un terzo del valore giornaliero raccomandato. Il salmone serve anche come una buona fonte di calcio, fornendo il 19 per cento al 24 per cento del valore giornaliero raccomandato. Per chi soffre di intolleranza al lattosio e non può consumare prodotti lattiero-caseari, mangiare il salmone può aiutare a raggiungere gli obiettivi di assunzione di calcio. Il salmone contiene grassi, ma la maggior parte del grasso è grasso insaturo, considerato il grasso sano per il suo ruolo nella riduzione dei livelli di colesterolo lipoproteico a bassa densità.

Funzione B-12

Assunzione consigliata

Salmone B-12 Contenuto

Nutrizione del salmone